domenica 28 ottobre 2012

Ecco chi non sente la crisi!

Inaugurata ieri la nuova chiesa di Scientology a Padova

Ricordo di un incontro avvenuto alcuni anni fa davanti alla vecchia sede di Scientology a Padova. Una ragazza mi fermò mentre camminavo, facendomi questa domanda: Scusi, lei è felice?
In Seminario mi hanno insegnato a definire "setta" gruppi e movimenti come questi. Ma è anche vero che non bisogna giudicare una cosa prima di conoscerla. Ho conosciuto persone che entrando a far parte di gruppi come questi, sono passati da un problema ad un altro, hanno praticamente cambiato terapia, senza però risolverlo. E spesso si sono mangiati la casa, la famiglia, le amicizie.

L'altra sera, mentre ero bloccato dal traffico, ho visto numerosi fedeli, sotto la pioggia, festeggiare l'inaugurazione della nuova sede di Scientology a Padova. Una grande villa restaurata, a Pontevigodarzere, proprio accanto a Casetta Michelino, un centro diurno per anziani.
Mentre assistevo alla straordinaria partecipazione, mi è nato questo pensiero. Ho sempre immaginato che gli affari poco chiari si facessero al buio, di notte. O perlomeno di nascosto. 

«Veniamo da Milano, facciamo parte di Scientology da 20 anni – afferma una coppia prima di entrare -. Per ulteriori informazioni bisogna rivolgersi ai responsabili dei media, noi abbiamo l’ordine di non rilasciare dichiarazioni».  (dal Corriere del Veneto)

"Noi abbiamo l'ordine di non rilasciare dichiarazioni..." questo ritornello lo avevo già sentito pronunciare dai fedeli di un altro movimento il cui leader era stato accusato di non volere riconoscere il proprio figlio naturale. Ci sono atteggiamenti che si ripetono nelle persone che, anzichè essere educate alla libertà, vengono ridotte in schiavitù, convinte di essere più libere di prima.

3 commenti:

  1. Queste sette di chiaro hanno l'obiettivo di volere far leva sulle potenzialità psichiche dell'individuo per renderlo più forte e capace o per aiutarlo o guarirlo.
    Non fanno riferimento al campo dello spirito e non interferiscono o sconfinano nel campo che solitamente è di pertinenza della medicina
    Non nominano dio, non rubano dalle religioni, piuttosto dalle nuove medicine e dalle scienze umane.
    Sono solitamente di nicchia poichè per gli obiettivi che promettono sono senz'altro rese appetibili a persone di un certo livello culturale , con determinati profili professionali e spesso con ambizione e poco scrupoli. Anche se non è raro che siano attrattive per molte persone in difficoltà nel campo della salute, della fede , esistenziale ed economica o affettiva.
    Loro, come sempre, ma vale anche per le religioni, sono i soggetti più a rischio e tentati dalle promesse offerte a costi accessibili a pochi
    La mente sa molto bene ingannare e farsi ingannare.
    Il ns corpo e lo spirito meno.
    Riguardo il caso specifico, Scient. a Padova ha impiegato i fondi per il recupero di un bene architettonico in stato di degrado. Ci sono magnati e soggetti , come quello cui fai riferimento, che dei soldi "estorti" con modalità anche più subdole e facendo leva su cattolici alla deriva, demotivati e delusi,ripetendo le stesse informazioni da anni, e coprendole di segreto e copyright almeno quasi quanto la propria vita privata,
    fanno uso molto più personalistico e per niente pubblico o generoso dei soldi che accumulano nei diversi conti. E mentre il mondo che credevano di salvare va a fondo, sembrano restare indifferenti a guardare dalla finestra cio che accade lontanissimo da loro

    RispondiElimina
  2. salvo a. emma u.30 ottobre 2012 22:35

    Le persone che temono così tanto che le dichiarazioni erronee o fraintese intorno alle propie azioni o parole possano compromettere la propria attività o persona o gruppo settario sono essenzialmente persone molto narcise, povere di autocritica, prive di autoironia, incapaci di ammettere lo sbaglio e quindi di cambiare e migliorare. Pur esigendo cambiamenti ed ammissioni di resposnabilità dagli altri ed esigendo pure di essere pagati per criticare gli altri, dare indicazioni e metodi su correzioni e modifiche generalistiche
    Sono anche tendenzialmente dittatoriali per il fatto che obbligano o inducono gli altri a osservare qualsiasi loro indicazione
    Sono agevolati poichè, come tu hai notato, hanno a che fare con persone giunte all'ultimo o penultimo stadio di situazioni difficili, dopo aver perso qualcosa o qualcuno e spesso illudendosi di intravedere nei leader efficaci dei modelli di perfezione e carisma possibili da raggiungere ed illudendosi che alcune tendenze si possano insegnare o imparare.
    Se accade - ma è raro - crederanno di essere stati miracolati. Se non accade il leader scaricherà loro la colpa riscontrando in loro scarsa volontà E loro gli riconosceranno ancora di aver visto bene e si sentiranno pure in colpa anche verso di lui, per averlo deluso. In realtà al leader è possibile che interessi tutto fuorchè il capitale umano che sa bene come manipolare ma anche al l'occorenza ...eliminare in fretta e senza lasciare tracce

    RispondiElimina

  3. Nei preriodi di crsi più nera chi non risente la crisi
    è sempre la forma di chiesa più abietta e deteriore
    che vende l'illusione del paradiso dopo la morte e fa grandi affari con le vendite di indulgenze per assicurarsi un posto nell'aldilà. Anzichè lottare adesso qui, impedire prepotenze, immoralità in ogni grado "alto" di gerarachia, impegnarsi attivamente ed in prima persona per ricostruire una realtà come i maestri avevano chiesto

    RispondiElimina